Micoterapia: attenzione alla titolazione, non solo β-glucani!!! - 360 Gradi Eventi
1372
post-template-default,single,single-post,postid-1372,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_advanced_footer_responsive_1000,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Micoterapia: attenzione alla titolazione, non solo β-glucani!!!

Attualmente solo il 10% delle specie di funghi è conosciuto e studiato e dagli anni ’60 sono stati brevettati alcuni farmaci con diverse indicazioni come: Befungin (Russia), Lentinan, Frazione D da Maitake, Schizophyllan, PSP e PSK (Giappone), nonché tiamulin, valnemulin e retapamulin (di origine semi-sintetica).

Anche nel settore degli integratori alimentari è importante assicurare elevati standard di qualità del materiale fungino impiegato, per garantire la qualità tuttavia è indispensabile effettuare non solo rigorose analisi residuali, ma anche analisi qualitative volte a titolare gli estratti in oggetto. A questo proposito infatti, i funghi rappresentano un’importante risorsa di principi attivi (che devono essere ben titolati e opportunamente esplicitati in etichetta come garanzia di qualità), caratterizzati principalmente da β-glucani e α-glucani, ma non solo, anche proteoglucani, triterpeni e polifenoli.

Infatti, nel mercato degli integratori alimentari si trovano le più disparate e insensate titolazioni come cordicepina e lentinano (rispettivamente principi attivi del Cordyceps sinensis e del Lentinus edodes), che purtroppo non sono biodisponibili per OS.

Va considerato inoltre che in alcuni casi, i veri composti attivi sono proteoglucani come il PSK del Corilolus versicolor (syn. Trametes versicolor) oppure terpenoidi come le erinacine e gli hericenoni dell’Hericium erinaceus, che però spesso non sono titolati.

Per saperne di più iscriviti al Seminario di Micoterapia – 30 settembre 2018 Bologna

Bibliografia:
Geng P et al. Biomed Res Int. 2017; 2017:9648496.    –    Paterson RR and Lima N. Biomed J. 2014 Nov-Dec;37(6):357-68.    –   Diling et al. Oncotarget, 2017, Vol. 8, (No. 49), pp: 85838-85857;     –    Friedman et al. J Agric Food Chem. 2015 Aug 19;63(32):7108-23    –    Su et al. Appl Microbiol Biotechnol. 2016;100(10):4385-93;     –    Giavasis et al., Current Opinion in Biotechnology 2014, 26:162–173
Tags:
No Comments

Post A Comment