NUTRIZIONE VEGETALE IN ONCOLOGIA

NUTRIZIONE VEGETALE IN ONCOLOGIA

100,00  Iva esclusa

Descrizione

NUTRIZIONE VEGETALE IN ONCOLOGIA

24 Giugno 2024 ore 20:30 ONLINE

Dott. Paolo Bellingeri

L’alimentazione vegetale offre numerosi benefici per la prevenzione oncologica attraverso vari meccanismi, tra cui la modulazione del microbiota intestinale, l’apporto di sostanze bioattive che interferiscono con le vie di segnalazione tumorale e la riduzione dell’infiammazione cronica. Seguendo le linee guida del WCRF e integrando nella propria dieta una varietà di alimenti vegetali, è possibile adottare un approccio proattivo nella riduzione del rischio di sviluppare tumori.

PROGRAMMA

Il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro (WCRF) e il rapporto fra alimentazione e tumori

Il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro (WCRF) ha svolto un ruolo cruciale nel chiarire il legame tra alimentazione e rischio di tumori. Il WCRF pubblica regolarmente rapporti che analizzano e sintetizzano le evidenze scientifiche su come diverse abitudini alimentari possano influire sul rischio di sviluppare il cancro. Le loro linee guida suggeriscono che una dieta ricca di alimenti vegetali, come frutta, verdura, legumi e cereali integrali, può contribuire a ridurre il rischio di diverse forme di cancro.

Le principali evidenze scientifiche sull’interazione tra bioattivi e molecole di segnale nella prevenzione oncologica

Le sostanze bioattive presenti negli alimenti vegetali, come polifenoli, carotenoidi, glucosinolati e fibre, hanno mostrato effetti promettenti nella prevenzione del cancro. Questi composti possono modulare diverse vie di segnalazione cellulare che sono cruciali per lo sviluppo e la progressione tumorale. Ad esempio, i polifenoli possono influenzare le vie di segnalazione dell’infiammazione e dell’apoptosi, mentre i glucosinolati possono modulare gli enzimi di detossificazione del corpo. Studi preclinici e clinici hanno dimostrato che queste sostanze bioattive possono ridurre l’infiammazione cronica, inibire la proliferazione cellulare e indurre la morte delle cellule cancerose.

Gli alimenti anticancro e le evidenze scientifiche

Diversi alimenti vegetali sono stati identificati come “alimenti anticancro” grazie alle loro proprietà biochimiche e ai risultati di studi epidemiologici. Tra questi, le crucifere (come broccoli e cavolfiori) sono ricche di sulforafano, un composto che ha mostrato attività antitumorale. Anche i frutti di bosco, ricchi di antiossidanti e polifenoli, sono associati a una riduzione del rischio di vari tipi di cancro. La curcuma, con il suo principio attivo curcumina, è stata ampiamente studiata per le sue proprietà antinfiammatorie e anticancerogene e altri alimenti vegetali.

L’interazione tra gli alimenti vegetali e il microbiota nel prevenire la low-grade inflammation

Il microbiota intestinale svolge un ruolo chiave nel mantenimento della salute generale e nella modulazione del sistema immunitario. Gli alimenti vegetali influenzano positivamente il microbiota intestinale, favorendo la crescita di batteri benefici che possono produrre metaboliti anti-infiammatori. La fibra alimentare, presente in abbondanza nei vegetali, è una fonte di nutrimento per i batteri intestinali, che la fermentano producendo acidi grassi a catena corta (SCFA) come il butirrato. Questi SCFA hanno mostrato di possedere proprietà antinfiammatorie, contribuendo a ridurre l’infiammazione cronica di basso grado (low-grade inflammation), che è un fattore di rischio per lo sviluppo di vari tipi di cancro.


RELATORE:

Paolo Bellingeri

Medico chirurgo, con perfezionamento in Nutrizione, Cure Palliative, Patologia Clinica, Idrologia, Medicine Complementari. Responsabile Servizio Cure Palliative Ospedale di Merano.  Da anni attivo nel settore della nutrizione oncologica e preventiva, sviluppando programmi di educazione alimentare finalizzati alla prevenzione e riabilitazione nelle varie fasi di patologia. Autore di libri sull’argomento, si occupa attivamente di formazione in ambito nutrizionale.


Rivolto a: professionisti della salute: medici, biologi, dietisti, nutrizionisti, farmacisti, naturopati. Aperto anche ai pazienti

Data: 24 giugno 2024 ore 20:30-22:30

Luogo: online – Puoi partecipare comodamente da casa tua!

Costo: 100 euro + iva

Il costo comprende:

  • materiale didattico: dispensa e registrazione dell’incontro
  • attestato di partecipazione su richiesta

IL CORSO VERRA’ VIDEOREGISTRATO E RESO DISPONIBILE PER LA VISIONE SUCCESSIVA

Materiale didattico, Proprietà intellettuale e riservatezza:
Il/la Partecipante prende atto che documenti e/o immagini utilizzati nell’Evento e consegnati come materiale didattico sono di proprietà di 360GradiEventi e/o di suoi danti causa. Sono riservati solo allo scopo didattico e coperti da diritti d’autore nonchè possono avere carattere di confidenzialità e riservatezza. Si impegna pertanto a non diffonderne il contenuto.