);

La Meditazione in Oncologia


Dott. Gioacchino Pagliaro , 
Direttore U.O.C. Psicologia Ospedaliera – Dipartimento Oncologico – Ospedale Bellaria- AUSL Bologna, Componente Osservatorio sulle Medicine non Convenzionali Regione Emilia Romagna. Presidente Attivismo Quantico Europeo (AQE) rappresentanza Europea del Center for Quantum Activism (USA)

Abstract della relazione del dott. Pagliaro

Il cambio di paradigma che sta avvenendo nelle scienze umane sta cambiando la visione dell’uomo, della salute, della malattia e delle cure, evidenziando la preminenza della mente e la questione del potere creativo della coscienza (A. Goswami). Questo nuovo paradigma basato sui principi quantistici dell’ entanglement (D. Aczel), integra la visione meccanicistica del modello bio-medico con quella olistica, dando vita alla Medicina Integrata. L’uomo non è più considerabile come un’entità separata, ma come un soggetto partecipante nella realtà circostante, che si estende mentalmente ed energeticamente oltre i suoi confini corporei, diventandone parte in modo inscindibile. L’uomo diviene un’entità interconnessa e interdipendente con gli altri esseri e con l’ambiente (G. Pagliaro).

La salute in tal senso non è più una condizione di assenza di malattia, legata solo alla dimensione biologica, ma è soprattutto una forma di realizzazione, di soddisfazione e di equilibrio fisico, mentale e spirituale che riguarda l’individuo ed il suo ambiente (A. Goswami).

La cura medica e psicologica non si deve limitare solo ad un intervento localizzato, riparativo, focalizzato sulla parte ammalata dell’organismo o della mente, ma deve comprendere anche gli interventi  per una  riattivazione e per un risveglio della coscienza (A. Goswami).

La meditazione diventa l’opportunità per questo risveglio, consentendo al praticante di riscoprire il senso di unità con la realtà circostante. A seguito di ciò si produce una riattivazione e riequilibrio del sistema energetico individuale, che si riverbera sulla dimensione biologica favorendo la guarigione (R.Sheldrake, A. Goswami, G. Pagliaro). Tale riattivazione e riequilibrio trova oggi sempre più conferme nei principi della Fisica Quantistica e della Biologia Molecolare.

La relazione presenterà anche l’esperienza condotta dal 1994 ad oggi, riguardante l’applicazione della meditazione a pazienti oncologici, secondo il metodo creato dal relatore (G. Pagliaro).

Bibliografia:

  1. Aczel, “Entanglement. Il più grande mistero della fisica”, Cortina
  2. Goswami, “Evoluzione Creativa”, Edizioni Mediterranee
  3. Shelldrake, “La mente estesa”, Cortina
  4. Pagliaro, “Mente meditazione e benessere”, Tecniche Nuove
  5. Pagliaro, “Mente e Psicoterapia”, UTET
No Comments

Post A Comment