Gestione e trattamento della sarcopenia in 50 pazienti in trattamento chemioterapico con AHCC. - 360 Gradi Eventi
1067
post-template-default,single,single-post,postid-1067,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_advanced_footer_responsive_1000,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Gestione e trattamento della sarcopenia in 50 pazienti in trattamento chemioterapico con AHCC.

Questo il titolo della relazione del  Dott.  A. Del Buono alle ore 15:00 – 2° Convegno di Oncologia Integrata di Modena Polisaccaridi estrattivi naturali (AHCC) nella gestione della sarcopenia in corso di chemioterapia: presentazione di casi/controllo. Il Dott. Del Buono è specialista in Medicina Preventiva del Lavoro, Perfezionato in Fisiopatologia e Allergologia Respiratoria. Esperto in Nutrigenomica e Farmacogenomica

La malnutrizione è un problema ricorrente nel malato oncologico, in grado di condizionare la
prognosi e l’aderenza ai protocolli terapeutici. Risulta dunque indispensabile una valutazione dello
stato nutrizionale precedente agli interventi terapeutici, nonchè in itinere, per attestare l’eventuale
presenza di cachessia, carenze manifeste e subcliniche.
Gli Alfa e β-glucani proventienti dai miceti (Lentinani) sono stati usati come supporto terapeutico
per migliaia di anni nella cultura orientale. Active Hexose Correlated Compound (AHCC) è una
molecola ricca di alfa-glucano derivato dal micelio del fungo shiitake (Lentinula edodes) con
attività antiossidanti, antinfiammatorie e immunomodulanti, oltre che antiproliferative. AHCC vanta
molteplici studi pubblicati su riviste Internazionali specializzate che ne suggeriscono l’integrazione
alla dieta per sostenere il sistema immune e favorire la riduzione degli effetti collaterali dovuti alla
chemioterapia.
Sono stati valutati 50 pazienti presentatisi presso il nostro studio, con diagnosi di adenocarcinoma e
malnutrizione, in corso di terapia radio-chemioterapica. A tutti i pazienti è stata somministrata una
terapia alimentare e una dose di AHCC . Nell’ 80% dei soggetti non è stata rilevata progressione della malnutrizione/cachessia neoplastica, in concomitanza invece di un aumento della massa cellulare attiva (BCM).

 

No Comments

Post A Comment